Pancakes originali americani: ricetta autentica statunitense

Come preparare la ricetta originale dei pancakes americani: frittelle di farina latte e uova, fritte e poi condite con ingredienti dolci, oppure salati.

Commenti 0Stampa

I pancakes sono dolci originali americani, frittelle a base di latte farina e uova, fritte nell’olio e poi condite nei modi più svariati. Anche se tradizionalmente i pancakes sono dolci, queste frittelle possono essere condite nei modi più diversi, dal dolce al salato. Il sapore ricorda quello delle crepes, ma i pancakes hanno una consistenza e uno spessore diverso, più consistente rispetto alla crepes. 

 

Pancakes originali Americani? Quasi

Sembrerà strano, eppure la ricetta originale dei “pancakes americani” è originaria dell'Olanda, patria nativa dei poffertjes

 

Dopo la scoperta dell'America, i coloni olandesi portarono i pancakes negli Stati Uniti, dove divennero progressivamente sempre più popolari fino a diventare uno dei simboli della gastronomia statunitense.

 

Vediamo adesso come preparare i pancakes americani.

 

Ingredienti
  • 100 grammi di farina
  • 2 uova
  • 300 ml di latte parzialmente scremato
  • 1 cucchiaio olio di girasole 
  • olio vegetale per friggere
  • pizzico di sale

 

Informazioni
  • Difficoltà: basso
  • Tempo di preparazione: 15 minuti
  • Costo: basso 
  • Kcal: 336 (per 100 gr)

 

 

L’impasto dei pancakes americani

1) Sbattere le uova con la farina e l’olio

Mettere la farina e un pizzico di sale in una ciotola e fare come una buca al centro. Rompere le uova in mezzo alla buca e poi versare 50 ml di latte e 1 cucchiaio di olio. Iniziare a sbattere dal centro, incorporando a poco a poco la farina alle uova, il latte e l'olio. Quando tutta la farina sarà incorporata, continuare a sbattere fino ad ottenere una pasta spessa dalla superficie liscia. Se l’impasto risulta troppo rigida da battere, aggiungere un goccio in più di latte.

 

2) Definire la pastella 

Aggiungere un goccio di latte e sbattere per allentare ulteriormente la pastella. Con le fruste dello sbattitore in movimento, versare in un flusso delicato ma costante del latte rimanente. Continuare a versare e sbattere fino ad ottenere una pastella la cui consistenza è simile a quella della panna liquida. Secondo la tradizione, bisognerebbe lasciar riposare l’impasto per circa 30 minuti, per consentire all'amido presente nella farina di gonfiarsi. Tuttavia, questo non è un passaggio strettamente necessario e il risultato dei pancakes è ottimale anche senza far riposare la pasta. 

 

Il giusto spessore del pancake

1) Far cuocere il pancake

Far scaldare la padella a fuoco moderato, poi asciugarla con carta da cucina oliata. Utilizzando il mestolo, colare l’impasto nella padella, inclinando e facendo muovere la padella per spostare l’impasto e creare uno strato uniforme e appena sottile. 

 

Rimuovere rapidamente qualsiasi eccesso di impasto in padella e tenerlo da parte in un recipiente (quando sarà freddo potrà essere riaggiunto all’impasto), quindi rimettere la padella al fuoco e lasciar cuocere per circa 30 secondi, senza muoverla. Se la padella è alla giusta temperatura, il pancake dovrebbe assumere nella parte inferiore un colore ambrato. Passati i 30 secondi, il pancake è pronto per essere girato. 

 

Ancora pochi istanti e i pancakes all’americana saranno pronti!

 

2) Girare i pancakes

Tenere ben saldo il manico della padella, aiutarsi utilizzando una paletta da pesce infilandola sotto al pancake, poi sollevare rapidamente e capovolgere la frittella. Una volta girato, assicurarsi che il pancake sia disteso, di piatto sulla base della padella, senza pieghe. Lasciar cuocere per altri 30 secondi prima capovolgere il padellino e posare il pancake su un piatto tiepido. Continuare a ripetere il procedimento con il resto della pastella. 

 

Condire e conservare i pancakes

1) Il condimento dei pancakes

I pancakes possono essere serviti uno alla volta mentre li si prepara oppure in pila su un piatto.

Possono essere conditi a nostro gusto e piacimento. Nella versione dolce si può andare da quella originale con lo sciroppo d’acero all’americana, a quella più semplice con burro e zucchero. Si abbinano perfettamente anche nutella e marmellata. 

Se invece si preferisce la versione salata, ebbene allora c’è da sbizzarrirsi nella scelta degli ingredienti: dal prosciutto, ai funghi, al formaggio e alle verdure. 

 

2) Conservare i pancakes

Una volta cotte, le frittelle possono essere tenute in freezer per al massimo un mese, avvolte nella pellicola trasparente. Sono buoni anche all’indomani del giorno di cottura e possono essere riscaldati in un padellino antiaderente ben caldo. 

COPYRIGHT TOPRICETTE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti