Pasta con zucchine e gamberi: ecco la ricetta con panna e zafferano

Vediamo come preparare un ottimo piatto di pasta con zucchine a rondelle, gamberi e panna. Aggiungiamo anche lo zafferano per dare più colore al piatto!

Commenti 0Stampa

La pasta con zucchine e gamberi è un classico della cucina italiana, e può essere preparata in vari modi, sia con i pomodorini, sia con l’aggiunta di panna e zafferano. Questa ricetta prevede la preparazione di una pasta con zucchine e gamberi, con una salsa a base di panna e zafferano, un mix capace di donare anche un tocco di colore e un sapore più deciso al piatto. 

Quale pasta scegliere con le zucchine e i gamberi?

La pasta ideale per questa ricetta dipende principalmente dai vostri gusti. La salsa zucchine gamberi e panna si sposa bene sia con una pasta lunga come le linguine (o tenerette o bavette, che dir si voglia), sia con la pasta corta, come i fusilli, le farfalle o le pennette. 

 

Ingredienti per 4 persone
  • 320 grammi di linguine 
  • 300 grammi di Zucchine 
  • 300 grammi di Gamberi rossi 
  • 1 bustina di Zafferano (0,125 grammi)
  • 50 grammi di Scalogno 
  • 100 grammi di Panna 
  • 50 grammi di Vino bianco
  • 40 grammi di Olio extravergine d'oliva 
  • 1 pizzico di Pepe nero 
  • 1 pizzico di Sale

 

 

Pasta zucchine, gamberi, zafferano e panna: la ricetta

Per preparare la pasta con zucchine gamberi e zafferano si comincia preparando la salsa condimento

 

Tritare lo scalogno finemente e metterlo da parte. Successivamente, lavare e affettare le zucchine a rondelle, formando delle rondelle spesse all’incirca 4 o 5 mm. 

Pulire quindi i gamberi, privandoli della testa e del guscio, e poi sciacquarli sotto l’acqua corrente.

Puliti i gamberi e predisposto lo scalogno per preparare la salsa, è il momento giusto per mettere a scaldare l’acqua per la pasta, ricordandosi di salarla al momento della bollitura. In questo modo, la cottura della pasta coinciderà con la cottura della salsa. 

Per cuocere le zucchine, versare lo scalogno insieme ad un paio di cucchiai di olio in una padella, facendo soffriggere a fiamma medio bassa. Far dorare e appassire lo scalogno, aggiungere quindi le zucchine a rondelle. 

Aggiustare le zucchine di sale e far saltare per alcuni minuti, mantenendole croccanti ed evitando che si sfaldino. A questo punto aggiungere i gamberi precedentemente sgusciati e puliti, far cuocere solo per qualche istante e poi sfumare con il vino bianco, lasciar cuocere a fiamma media per qualche minuto lasciando che il vino evapori.

Nel frattempo, sciogliere lo zafferano con un mestolo di acqua calda (quella della cottura della pasta) e, quando il vino sarà evaporato, aggiungere l’acqua con lo zafferano nella padella con zucchine e gamberi. Fare insaporire ancora un paio di minuti, poi aggiungere la panna da cucina liquida, mescolare e dopo un paio di minuti ancora spegnere il fuoco.

Cuocere la pasta nella pentola con l’acqua bollente, scolarla al dente e saltarla in padella con la salsa appena preparata. Versare la pasta nella padella ancora ben calda mantecare, se necessario,  accendendo la fiamma e fuoco basso. 

Impiattare e servire la pasta zucchine, gamberi, zafferano e panna quando è ancora calda! 

Per chi volesse guarnire il piatto, mettere da parte qualche gambero prima di aggiungere la panna alla salsa ed utilizzarlo per rendere ancor più belle le porzioni già impiattate. 

Se la pasta con zucchine, gamberi, zafferano e panna è avanzata, si può conservarla in un contenitore ermetico in frigorifero, per al massimo un giorno. 

 

Riconoscere e pulire i gamberi freschi

Per verificare che i gamberi siano freschi, bisogna anzitutto controllare che non presentino macchie verdastre sull’addome. Queste macchie, provocate dalla decomposizione delle interiora, sono il segno che i crostacei non sono freschi. 

Quando i gamberi sono freschi, zampe e antenne risultano integre e piuttosto difficili da staccare. 

Per procedere alla pulizia dei gamberi, iniziare staccando la testa e rimuovere  le zampette sul ventre aiutandosi con un paio di forbici. A questo punto incidere il guscio su tutta la lunghezza, partendo dalla coda fino alla testa. Estrarre delicatamente la coda allargando il guscio. Rimuovere l’intestino (il filetto nero) tirandolo delicatamente e aiutandosi con la punta del coltello. Sciacquare sotto l’acqua corrente e procedere con la cottura. 

COPYRIGHT TOPRICETTE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili

Lascia un commento
Contatti