Spaghetti Pomodori Olive e Capperi: ricetta chef Luigi Pomata

Gli Spaghetti Pomodori Capperi e Olive perparati secondo la ricetta dello chef Luigi Pomata sono rivisitati aggiungendo ingredienti come olio evo e limone

Commenti 0Stampa

Gli Spaghetti Pomodori Olive e Capperi sono un primo gustoso, pratico, veloce, economico, rapido e facilissimo da preparare. Anche se è un piatto semplice si adatta bene anche alla cucina di chef famosi come la versione proposta sul Gambero Rosso, dallo chef sardo Luigi Pomata, che ha deciso di rivisitare la ricetta classica degli spaghetti con pomodori olive e capperi in modo tale da renderla più fresca e meno pesante grazie all’aggiunta dell’olio evo a crudo che sostituisce l’olio messo a soffriggere con l’aglio e l’aggiunta della buccia di limone grattugiata e tonno sott’olio. 

Di seguito, vi proponiamo un’altra ricetta dello Chef Pomata le linguine con tonno capperi olive pecorino e limone.

 

Ingredienti
  • Spaghetti (300 grammi) 
  • Pomodorini Ciliegino (100 grammi) 
  • Olive di Gaeta (8) 
  • Capperi in salamoia (5/6 a persona) 
  • Aglio (1 spicchio) 
  • Peperoncino (q.b.) 
  • Ricotta stagionata da grattugiare (q.b.)
  • Basilico (4 foglie)
  • Sale (q.b.)
Informazioni
  • Difficoltà: Facile
  • Tempo: 20 minuti
  • Dosi: 4 persone
  • Calorie: circa 280 cal per porzione
  • Costo: Basso

  

Preparazione Spaghetti Pomodori Olive e Capperi:

La preparazione della ricetta classica degli spaghetti pomodori, olive e capperi è molto semplice, veloce e con pochi passaggi, ecco il procedimento:

Lavare e asciugare i pomodorini e tagliarli a metà, versare il tutto in una padella dal fondo alto con olio, aglio e peperoncino, far rosolare a fuco basso il tutto e aggiungere le olive e i capperi.

Nel frattempo mettere a bollire l’acqua per la pasta, salare e versare gli spaghetti.

Togliere gli spaghetti al dente e lasciare un po’ di acqua di cottura.

Versare gli spaghetti nella padella con il sugo e ripassarli più volte a fiamma alta, se necessario aggiungere qualche cucchiao di acqua di cottura.

Prima di servire, cospargere gli spaghetti con abbondante ricotta stagionata appena grattugiata e una fogliolina di basilico.

Consiglio: se non si ha a disposizione i pomodorini freschi si possono utulizzare passata, polpa di pomodoro o pelati per la pasta al posto degli spaghetti utilizzare anche linguine o pasta corta rigata.

 

Linguine con tonno, capperi, olive e pecorino e limone: Chef Luigi Pomata 

La ricetta proposta dallo chef Luigi Pomata è una variante della ricetta classica degli spaghetti con pomodoro, capperi e olive il quale sostituisce gli spaghetti con le linguine ed aggiunge il tonno, il pecorino e il limone. Vediamo gli ingredienti che servono per preparare questa gustosissima ricetta:

380 g di linguine

250 g di tonno 

60 g di olive nere 

60 g di olive verdi 

30 g di capperi 

40 g di olio Evo

50 g di pecorino di media stagionatura 

1 limone 

Preparazione linguine al tonno chef Luigi Pomata: Tritare grossolanamente i capperi, le olive ed il tonno, e versare il tutto in un recipiente e aggiungere l’olio. Dopodiché far cuocere le linguine in acqua per 8 minuti, e poi scolare la pasta ancora grondante di acqua e unirla agli altri ingredienti contenuti nel recipiente e amalgamare. Disporre le linguine sul piatto di portata spolverizzando con pecorino grattugiato e scorza di limone grattugiata.

Guarnire il tutto con un ciuffetto di prezzemolo e servire a tavola.

 

Spaghetti Pomodori Olive e Capperi varianti creative:

Spaghetti Pomodori Olive e Capperi con Acciughe

Spaghetti Pomodori Olive e Capperi con Pangrattato

Spaghetti Pomodori Olive e Capperi al forno

Spaghetti Pomodori Secchi Olive e Capperi

Spaghetti Pomodori Crudi Olive e Capperi

Spaghetti pomodori Olive e Capperi con Gamberi

Spaghetti pomodori Olive e Capperi con Tonno

Spaghetti pomodori Olive e Capperi con Bottarga

Linguine Pomodori Olive e Capperi con Acciughe

 

Spaghetti Pomodori Olive e Capperi quale vino abbinare?

Ottimo vino in abbinamento agli Spaghetti Pomodori e Capperi potrebbe essere tra i bianchi: il Greco di Tufo, Falanghina,Fiano di Avellino, tra i rossi invece un buon Taurasi o un Aglianico.

COPYRIGHT TOPRICETTE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti